Calos Nino

CALOS(Antonio Calogero, Messina 1926-Parigi 1991)
Dopo aver frequentato la scuola d’arte di Venezia, si laurea in Filosofia all’Università di Messina.
Dopo un periodo espressionista si indirizza verso l’astrattismo, ma già dal 1948 utilizza luci proiettori a intermittenza per rendere l’illusione di movimento su superfici costituite da lustrini multicolori applicati su tela.
Nel 1956 si stabilisce a Parigi dove conosce Frank Malina e si dedica alla realizzazione di Mobiles Lumineaux.
Negli anni settanta (1972) si trasferisce a Bergamo e lavora ad una serie di opere ambientali con pareti cinetico-luminose.
Partecipa a “Kunst Licht Kunst” (1966) e a “Lumiere et moviment” (1967).
Sue opere sono alla Galleria d’Arte Moderna di Roma e al Centro George Pompidou di Parigi